Geek Academy

Come diventare un front-end developer di successo

La figura del front-end developer: di cosa si occupa e quali sono le capacità da possedere per avere successo nel mondo del web developmment

Come diventare un front-end developer di successo

Condividi su:

Sarà capitato a tutti di navigare su un sito web e chiedersi “come sarà stato realizzato?” o “saprei farlo anch'io?”. La risposta è sì: è possibile imparare a realizzare un sito web funzionale e gradevole alla vista, a patto che si sappiano utilizzare gli strumenti per farlo.

Chi è il front-end developer

Abbiamo parlato in un precedente articolo della figura del back-end developer, il professionista che ha il compito di costruire e gestire tutto quello che riguarda il lato server di un sito web.

Ciò che si trova dal lato utente, invece, è nelle mani del front-end developer, che ha il compito di rendere un sito utilizzabile. È molto più che semplice web design: il front-end developer non si limita a lavorare sull'aspetto visivo di un sito web, ma fa in modo che l'esperienza utente si svolga senza intoppi e la navigazione sia fluida e veloce anche su piattaforme differenti.

Conoscere i fondamenti dello User Eperience Design (UXD), di conseguenza, è fondamentale per il front-end developer di successo. Data l'eterogeneità degli internet user, inoltre, qualità come versatilità, creatività e problem solving sono altrettanto necessarie per questa figura.

Ma ci sono, ovviamente, anche competenze tecniche delle quali non si può fare a meno. Vediamo quali sono.

Le 10 competenze fondamentali per diventare un buon front-end developer

1. HTML e CSS

La conoscenza di un linguaggio di markup come l'HTML e dei Cascade Style Sheets (CSS) è il punto di partenza imprescindibile per chiunque aspiri a lavorare come Front-end Developer. La totale padronanza di questi due strumenti è la skill fondamentale da cui partire per riempire il proprio CV.

2. JavaScript

Un front-end developer non può fare a meno di JavaScript. Se è vero che con i soli HTML e CSS è già possibile creare dei siti web funzionali, per quanto basilari, è altrettanto vero che il web attuale richiede che le pagine siano interattive e corredate di feature non implementabili tramite il solo linguaggio di markup.

Per questo motivo JavaScript è un altro must-have per l'aspirante front-end developer, poiché gli permette di arricchire le singole pagine con mappe, link, ed elementi che si aggiornano in tempo reale senza la necessità di ricaricare l'intera pagina. JavaScript è, inoltre, alla base di una serie di framework ed estensioni molto utili per il lavoro di front-end development.

3. jQuery

Una volta appreso come codificare in JavaScript, si può fare utilizzo della libreria jQuery, una collezione di plugin ed estensioni che permettono di inserire elementi in maniera molto più rapida rispetto al dover scrivere codice da zero. Gli elementi ready-made di jQuery sono personalizzabili come si preferisce.

4. Framework JavaScript e Front-end

Come anticipato, una volta acquisita una competenza professionale di CSS e JavaScript, è necessario ampliare il proprio bagaglio di competenze con i framework più utilizzati.

I framework hanno lo scopo di creare una struttura ready-made per il codice, in modo da velocizzarne la scrittura. Oltre ad essere utile per la semplificazione del lavoro, la conoscenza dei framework è una skill richiesta dalla maggior parte degli annunci di lavoro. I più utilizzati sono Angular, BackboneJS, Ember, o ReactJS per quanto riguarda JavaScript, mentre, per velocizzare la creazione di CSS è Bootstrap a farla da padrone.

5. Preprocessori CSS

Insieme ai framework, i preprocessori sono un altro elemento utile a velocizzare la codificazione. Strumenti come SASS analizzano il codice e lo processano prima che venga pubblicato, provvedendo a formattarlo in maniera chiara e cross-browser friendly.

6. Responsive design e mobile design

L'accesso ad internet si svolge ormai prevalentemente tramite mobile. È necessario essere in grado di implementare un design che si adatti al mezzo utilizzato per connettersi. Per le connessioni desktop, ad esempio, bisognerà creare un sito navigabile tramite mouse e tastiera. Per connessioni da mobile invece, la priorità verrà data ai contenuti più importanti per non affollare troppo la pagin, e bisognerà fare in modo che il sito sia facilmente navigabile al tocco.

7. Sviluppo cross-browser

Analogamente al responsive design, è necessario che il sito sia visualizzabile nel migliore dei modi indipendentemente dal browser utilizzato per connettersi.

8. CMS e piattaforme e-commerce

Non tutti i siti web sono creati scrivendone il codice da zero. Gran parte dei siti presenti sul web, infatti, sono realizzati tramite Content Management Systems (tra i quali WordPress è probabilmente il più noto). Non una skill chiave, ma comunque utile è la conoscenza di questi sistemi.

9. Debugging

Gli errori sono inevitabili. Per quanto ci si possa sforzare di creare codice pulito e impeccabile, è possibile che non tutti gli elementi di una pagina web funzionino come ci saremmo aspettati. Essere in grado di trovare la fonte di un errore e di correggerlo è vitale per il front-end developer, il cui compito è sempre quello di rendere l'esperienza utente il più piacevole possibile.

10. Version Control Management Systems

Non sempre la prima versione di un sito è quella definitiva. Cambiamenti e variazioni sono all'ordine del giorno quando si scrive codice per il web. Può capitare che, dopo aver effettuato alcune modifiche al codice sorgente, un sito vada del tutto offline. Se non si conosce l'origine dell'errore, trovare il modo di rimettere il sito in linea può essere un procedimento lungo, e quindi dannoso per un'azienda. Ripristinare una precedente versione è, invece, molto più semplice, ed è a questo che servono i Version Control Management Systems come Git, una sorta di archivio in cui è possibile mantenere backup di versioni precedenti di un sito o di un software e riutilizzarli all'occorrenza.

Sbocchi professionali

Data la sempre maggiore diffusione dell'esperienza online nella società attuale, essere un buon front-end developer può aprire molte porte. Multinazionali, agenzie pubblicitarie, media editoria, studi di progettazione, produttori, istituti educativi, o imprese che possiedano un sito web sono sempre in cerca di figure di questo tipo.

Noi di Geeks Academy abbiamo creato un corso professionale per la formazione di queste figure, la cui richiesta sta crescendo in maniera esponenziale negli ultimi anni.

Per chi parte da zero e per chi vorrebbe essere guidato lungo un percorso di auto-apprendimento, Geeks Academy è la scuola ideale. 

LEGGI TUTTE LE NEWS