Geeks Academy

TETHER: MONETA DIGITALE STABILE

La terza posizione del mercato crypto è occupata da una moneta ancorata al valore del dollaro: Tether, la stablecoin per eccellenza del mondo crypto, guidata dalla solida azienda Tether Limited.

TETHER: MONETA DIGITALE STABILE

Scopri gli articoli di Geeks Academy su: Blockchain, Coding, Cybersecurity, Cloud, Big Data, Artificial Intelligence, Gaming, Digital Innovation

Storia
Fondata nel 2014 dalla compagnia americana Tether Limited, Tether e la sua moneta USDT (United States Dollar Tether) è una moneta “stabile” del mondo crypto.  Fondato sulla blockchain di Bitcoin e funzionante anche su Ethereum, Tether è un prodotto in grado di favorire il passaggio da una risorsa volatile a un asset che non varia nel tempo. Il concetto di stablecoin, moneta stabile, è un punto cardine nel settore crypto: precedentemente alla fondazione di tale moneta, per poter effettuare acquisti di criptovalute vi era la necessità di passare per gli exchange tramite bonifici; questo processo però, soprattutto per i trader, era qualcosa di totalmente inefficiente per via delle lunghe procedure bancarie e la volatilità di prezzo. 

Come funziona Tether?
Nata principalmente per le istituzioni bancarie ed i grandi investitori , poi estesa anche a retails ed altri players, Tether permette quindi di depositare un ammontare di capitale ricevendo lo stesso importo in una moneta chiamata USDT ponendosi l’obiettivo di essere un sostituto di una moneta a corso legale (valuta fiat). La parola inglese tether significa letteralmente legare nella lingua italiana.
Alla base dell’idea originaria del protocollo c’è Mastercoin di J.R. Willett, l’inventore della ICO (Initial Coin Offering, l’offerta iniziale di valuta in criptovalute). Brock Pierce e Craig Sellars, rispettivamente membro ufficiale e CTO della Mastercoin Foundation, sono i co-fondatori di Tether, a cui si aggiunge Reeve Collins, co-fondatore di SmartMedia Technologies. All’inizio la criptovaluta Tether era conosciuta con il nome di Realcoin, quasi sottolineando da subito la differenza con le altre criptovalute. Quattro mesi dopo l’atto di fondazione, Realcoin venne sostituito da Tether.
La stablecoin più famosa al mondo è stata spesso associata allo scandalo Bitfinex-Tether. Nell’aprile 2019 il procuratore generale di New York ha accusato Bitfinex (exchange di criptovalute famoso a livello internazionale) di aver usato i fondi di Tether per coprire perdite del valore di 850 milioni di dollari statunitensi verso la Crypto Capital Corp.
La Tether Limited è controllata dell’exchange Bitfinex, condivide dunque con il noto exchange di valute virtuali la medesima proprietà (il CEO Jl Van Der Velde e il CFO Giancarlo Devasini). Prima ancora delle accuse mosse dal procuratore generale di New York, la piattaforma era stata accusata di gonfiare il valore di Bitcoin “stampando” appunto nuovi tether (avendone la facoltà).

Tether è sicuro?
La sicurezza di Tether viene garantita dall’utilizzo del protocollo Omni, che utilizza la blockchain Bitcoin ma funziona anche su altre blockchain, tra cui Ethereum, dove i tether vengono coniati sotto forma di token ERC20. Il valore complessivo dei Tether in circolazione viene garantito dalle riserve della società Tether Limited. Oggi sul sito ufficiale della criptovaluta viene specificato che le riserve sono costituite da dollari e da altri asset, compresi crediti provenienti da prestiti concessi da Tether a terzi. In passato, invece, si affermava che la copertura integrale fosse garantita in maniera esclusiva da dollari statunitensi. E’ bene ricordare dal punto di vista della trasparenza che Tether indichi giorno per giorno il valore dei propri asset presenti sulle varie blockchain, come Tron, Eos, Ethereum, Bitcoin e altri ancora.

Perché è importante comprendere la blockchain?
Finanza Decentralizzata, Agrifood, Internet of Things, Sharing Economy, Assicurazioni, Arte, Gaming, Notarile. Lo studio della blockchain è un elemento sempre più richiesto dalle aziende FinTech, che hanno avuto il loro boom proprio durante l’anno pandemico in seguito al crescente affermarsi del lavoro digitale. Oggi, nascono sempre più progetti, coins, tokens e NFT che richiedono soft skills e un'ampia conoscenza degli strumenti principali di programmazione.

Ecco cosa serve:
Esaminando diversi annunci di lavoro, l’elenco delle competenze e dei requisiti più rilevanti sono senz’altro: 

  • Comprensione di algoritmi, sicurezza dei dati, tecnologie decentralizzate e strutture dati.
  • Un solido background nelle capacità di codifica, con almeno uno dei seguenti linguaggi di programmazione: Python, JavaScript, JAVA, C, C ++.
  • Comprensione generale di libri mastri, blockchain e criptovalute.
  • Competenza nella gestione delle prestazioni e rilevamento delle anomalie.
  • Almeno esperienza di base nella creazione di framework blockchain e applicazioni aziendali.

Non vivere il futuro da spettatore... diventane il protagonista! Iscriviti ai percorsi Geeks Academy per lavorare nelle nuove professioni della Data Economy grazie ai percorsi dell’area Blockchain & Coding:

Condividi con:



Ultimi Articoli:

INTO THE METAVERSE: DECENTRALAND

INTO THE METAVERSE: DECENTRALAND

Il 2021 è la consacrazione del metaverso. Facebook diventa Meta e McKinsey prevede che il valore del metaverso crescerà fino a 5$ trilioni. L’idea di Stephenson è ora realtà. Ma cos’è il metaverso?

PLAY-TO-LEARN WITH DATA: OVERWATCH & VALORANT

PLAY-TO-LEARN WITH DATA: OVERWATCH & VALORANT

Gli appassionati di videogiochi sono simbolo della cultura geek e nerd. Il profondo interesse per un videogame può talvolta trasformarsi in una risorsa utile in ambito lavorativo.

CYBERSECURITY VS BLOCKCHAIN: OPTIMISM

CYBERSECURITY VS BLOCKCHAIN: OPTIMISM

Grazie alla nascita del movimento DeFi e la conseguente adozione delle criptovalute, i cyber-criminali hanno preso di mira la blockchain. Analizziamo alcuni dei casi più sensazionali.

PLAY-TO-LEARN WITH DATA: DUNGEONS & DRAGONS

PLAY-TO-LEARN WITH DATA: DUNGEONS & DRAGONS

Gli appassionati di videogiochi sono simbolo della cultura geek e nerd. Il profondo interesse per un videogame può talvolta trasformarsi in una risorsa utile in ambito lavorativo.


TUTTI GLI ARTICOLI

I nostri Partner

Web Design and Development by dunp