Geeks Academy

BRENDAN EICH: IL PADRE DI JAVASCRIPT, MOZILLA E BRAVE

Inventore del linguaggio di programmazione JavaScript, co-fondatore di Mozilla e di Brave Software

BRENDAN EICH: IL PADRE DI JAVASCRIPT, MOZILLA E BRAVE

Brendan Eich (1961) è un informatico statunitense, diventato famoso per aver scritto, nel 1995, il linguaggio di programmazione JavaScript e per aver contribuito a fondare la Mozilla Foundation, la Mozilla Corporation e la Brave Software.

CHI È BRENDAN EICH, IL PADRE DI JAVASCRIPT
“Mezzo artista e mezzo hacker, ma programmatore a tempo pieno”, così il New York Times definisce Brendan Eich. Nato il 4 luglio - no, non il film con Tom Cruise! - del 1961 a Pittsburgh, nel Maryland, Brendan Eich ottiene la prima laurea presso l'università di Santa Clara, in California, laureandosi in matematica e scienze informatiche. Nel 1985 prende anche la laurea di specializzazione presso l'Università dell'Illinois. Dopo la laurea inizia a lavorare per la Silicon Graphics, presso cui rimarrà sette anni, impegnato a lavorare sul sistema operativo e sul codice di rete. I tre anni successivi lavora per la MicroUnity Systems Engineering, scrivendo codice per microkernel e per DSP (processori di segnalazione digitale).

LA NASCITA DI JAVASCRIPT
Il 1995 è l'anno di svolta nella carriera di Eich, così come lo è stato per parecchi dei Big Coder di cui abbiamo parlato nel nostro blog: l'incredibile diffusione e sviluppo del World Wide Web spinge le aziende a mettersi duramente al lavoro per sviluppare codici e linguaggi che consentano ai loro prodotti di emergere e diventare punti focali della nuova Rete. Sempre nel 1995, la Netscape Communications Corporations, a cui apparteneva il primo web browser grafico di successo della storia dell'informatica, il famoso Netscape Navigator, riteneva la combinazione browser/server come un nuovo tipo di sistema operativo distribuito e non come una singola applicazione.
Per il 1995, infatti, I browser avevano già il potenziale per permettere agli sviluppatori di raggiungere utenti di qualsiasi piattaforma, fosse essa- Windows, Mac o Linux, ma l'ingrediente mancante era un linguaggio di programmazione. Quello che Netscape voleva veramente era un linguaggio in grado di completare Java e che piacesse anche ai programmatori principianti, proprio come Visual Basic di Microsoft. Per le funzionalità a cui aspiravano, però, HTML risultava non sufficiente, e così si decise di intraprendere una strada più difficile: creare un linguaggio ad hoc.
Assunto nell'aprile 1995 per la Netscape Communications Corporation, Brendan Eich, appena 34enne, viene incaricato inizialmente di inserire Scheme, un linguaggio di programmazione funzionale inventato negli anni ‘70 e diffuso soprattutto a livello accademico, nel browser di Netscape. All'ultimo, però, i capi di Brendan convennero sulla necessità di un linguaggio la cui sintassi fosse più simile a Java, e Brendan venne quindi incaricato di creare un nuovo linguaggio di programmazione: nel giro di appena 10 giorni Brendan ne creò uno con le funzionalità di Scheme, l'orientamento agli oggetti tipico di Self e una sintassi molto simile a Java (conosci la storia di James Gosling, l'inventore di Java? No?? leggila qui!). La prima versione si chiamava Mocha (una strizzata d'occhio a Java, chiamato così in onore del caffè Java?!), poi rinominata LiveScript e infine JavaScript.
Uno dei motivi principali per cui la Netscape Communication Corporation aveva assunto Brendan, era che quest'ultimo non era affatto nuovo alla creazione di linguaggi di programmazione, anzi, durante il suo periodo universitario e poi nel periodo trascorso presso la Silicon Graphics, ne aveva creati alcuni “anche solo per divertimento”.
Il nuovo linguaggio di programmazione creato da Brendan Eich è diventato uno dei linguaggi di programmazione più utilizzati dai programmatori Web lato client, con oltre 10 milioni di sviluppatori al 2018, rendendola il linguaggio più utilizzato al mondo. Utilizzato per la creazione di effetti dinamici interattivi su siti web e applicazioni web, JavaScript consente di creare funzioni di script in grado di essere attivate da eventi innescati sulla pagina dall'utente stesso, quali il movimento del mouse, l'uso della tastiera, il caricamento della pagina, ecc.. Recentemente, inoltre, JavaScript è stato esteso anche al lato server.
Il successo che ebbe JavaScript fin dall'inizio sorprese Brendan, ma non lo scioccò: “perché a pensarci bene è successo che chi aveva scritto la pagina web ora poteva anche programmare la pagina we; ciò che rendeva JavaScript così potente, con tutte i bug e i difetti di un lavoro affrettato, era il fatto che era direttamente connesso a tutte le cose nel browser che gli sviluppatori web medi volevano usare". Spesso nelle interviste, Brendan Eich dice che se potesse tornare indietro a quei dieci fatidici giorni, non chiederebbe più tempo per completare il linguaggio, come molti di noi potrebbero pensare; dice invece che sceglierebbe con maggior cura quali suggerimenti seguire e quali abbandonare.

IL POST-JAVASCRIPT
Negli anni seguenti alla creazione di Javascript, Brendan Eich continua a seguire da vicino lo sviluppo di SpiderMokey, ovvero l'implementazione specifica di JavaScript in Netscape Navigator. All'inizio del 1998, Eich e Jamie Zawinski fondano il progeto Mozilla, creando il sito mozilla.org, che doveva inizialmente gestire i contributi open-source al codice sorgente di Netscape.
Dopo che AOL chiuse l'unità browser Netscape (acquistata nel 1999) nel 2003, Eich contribuisce alla creazione della Mozilla Foundation, presso cui ricopre diversi ruoli, fra cui lead technologist, membro del consiglio di amministrazione e in seguito chief technical officer della Mozilla Corporation appena fondata, destinata ad essere il braccio a scopo di lucro della Mozilla Foundation. Inoltre, Eich continua a essere proprietario del modulo Mozilla SpiderMonkey, il suo motore JavaScript, fino al 2011.
Il 24 marzo 2014, Eich diventa CEO di Mozilla Corporation, nonostante ci sia disaccordo nel consiglio di amministrazione rispetto alla sua nomina. L'esperienza da CEO è piuttosto breve, e Eich si dimette in seguito alla notizia di un suo contributo di mille dollari alla campagna per la proposta di legge California Proposition 8, che chiedeva di vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso in California, posizione da cui la Mozilla Corporation si è subito allontanata.
Il 28 maggio 2015, Brendan Eich e Brian Bondy fondano la Brave Software, una società di piattaforme per browser Internet di cui Eich è l'attuale amministratore delegato, che nel gennaio 2016 ha rilasciato una versione per sviluppatori del suo browser web Brave.
Brave, dice Eich, “è per tutte le persone che hanno a cuore la loro privacy e la velocità di navigazione sul Web”: Brave infatti blocca annunci e tracker e ha incluso un sistema di micropagamenti in criptovaluta, per offrire agli utenti la scelta tra la visualizzazione di annunci selezionati o siti web a pagamento per non visualizzarli.

I CORSI GEEKS ACADEMY
Ti senti ispirato dalla storia di questo grande geek? Approfitta dei corsi di Geeks Academy per dare una svolta alla tua carriera e arricchire il tuo portfolio! Corsi a numero chiuso in partenza:
Full Stack Junior Professional @Roma
Cross-platform Mobile Developer @Milano
Front-End Developer Junior Expert @Roma

 

Fonti:

Condividi con:



Ultimi Articoli:

OPEN DATA = ORO GRATUITO. MA COSA SONO GLI OPEN DATA?

OPEN DATA = ORO GRATUITO. MA COSA SONO GLI OPEN DATA?

Se dovessi esprimere le mie opinioni sul futuro digitale - quello dell’Europa o del mondo intero - potrei farlo con una parola sola: dati” Andrus Ansip (2015) VP EU Digital Single Market

CRYPTO ASSETS: IL CONGRESSO DEGLI STATI UNITI VEDE L’ENNESIMO DISEGNO DI LEGGE

CRYPTO ASSETS: IL CONGRESSO DEGLI STATI UNITI VEDE L’ENNESIMO DISEGNO DI LEGGE

Un membro repubblicano del Congresso degli Stati Uniti presenta l’ultimo disegno di legge per chiarire e determinare quale regolatore statunitense sia responsabile di quali digital assets.




TUTTI GLI ARTICOLI

I nostri Partner

powered by dunp